Al momento stai visualizzando La ricerca vocale e il Facility Management

La ricerca vocale e il Facility Management

Voiced by Amazon Polly

Stamattina mi ha incuriosito l’articolo all’interno della newsletter di Marketers la più grande community italiana di imprenditori digitali creata da Dario Vignali . L’articolo parla di uno studio condotto da Uberall che ha rivelato nuove informazioni relative alla crescita della ricerca vocale come strumento per trovare informazioni relative ad attività locali.

Il report è il risultato di un’indagine che ha coinvolto un migliaio di consumatori, i quali sono stati intervistati circa gli utilizzi che fanno della tecnologia voice.

I dati I risultati pubblicati all’interno del report testimoniano una sempre maggiore tendenza da parte degli utenti ad affidarsi alla ricerca vocale.

Che ruolo avrà il vocale nel Facility e Property Management?

Da alcune ricerche e sperimentazioni che sto conducendo in questi ultimi anni, la parola DOMOTICA per me è ormai obsoleta io amo definirla DOMOIA perchè l’intelligenza artificiale associata alla ricerca vocale e alla domotica sono LA VERA GRANDE RIVOLUZIONE DEL XXI SECOLO.

Le Smart City sono sempre piu’ connesse alle abitudini delle persone e con gli edifici intelligenti anche costruttori e installatori avranno nuove grandi opportunità ad una sola condizione diventare “ Artigiani in Cloud

Come ho avuto modo di parlare in altri articoli sull’intelligenza artificiale in questi mesi sono focalizzato sullo sviluppo di una Skill di Facility Management ( sono come le app per il telefono) con i device di Amazon e i player multimarca che costruiscono dispositivi di DOMOTICA, per l’assistenza remota nella gestione immobiliare.

Certo oggi sembrano cose futuristiche ma vi assicuro che anche 25 anni fa quando parlavo di internet (come ho scritto nel libro) per molti sembrava ARABO. Lo stesso è accaduto per i Social in futuro accadrà per l’ IA.

Se non conosci il mondo degli smart speakers il primo passo che devi fare è ordinare Echo Input molto economico e allo stesso tempo attraente. Si tratta di un disco di piccole dimensioni dal diametro di 8 centimetri e l’altezza di 1,4 cm. Decisamente un ingombro minimo e comunque esteticamente apprezzabile, tenendo anche conto del peso risicato (79 grammi). Nel piano superiore sono apposti i comandi per spegnere il microfono e il pulsante “azione”. Al centro c’è un piccolo Led di colore Blu che si illumina nel momento in cui Alexa vi sta ascoltando. Sulla circonferenza che fa da lato invece si trovano il cavo jack 3,5 mm e la porta micro-USB. Le connettività principali (Wi-Fi e Bluetooth) sono ovviamente presenti e per quanto riguarda il funzionamento è compatibile con Fire OS, Android e iOS nonché accessibile dal browser web.

PUOI ORDINARLO CLICCANDO QUI

Certo molti vecchi progettisti e installatori li chiamano “giocattoli” ma con giovani “progettista in cloud” stiamo implementando gli smart speakers come valore aggiunto per la gestione degli impianti dei guasti e degli interventi di manutenzione nelle proposte migliorative dei progetti innovativi.

Per me oggi il Facility Management deve usare ed integrare il vocale per facilitare e rendere piu’ smart l’interazione uomo/macchina a beneficio degli immobili per aumentare la qualità della vita sopratutto a disabili ed anziani.

Life is Facility

Lascia un commento