Le banche centrali dell’Arabia Saudita e degli Emirati Arabi creano una valuta digitale comune

Voiced by Amazon Polly

Le banche centrali dell’Arabia Saudita e degli Emirati Arabi Uniti (EAU) hanno lanciato congiuntamente un processo valutario digitale.

L’Autorità monetaria dell’Arabia Saudita (SAMA) e la Banca Centrale degli Emirati Arabi Uniti hanno annunciato martedì che il progetto mira a facilitare gli insediamenti finanziari basati su blockchain tra i due paesi.

Mentre i sistemi centrali di rimessa in entrambi i paesi hanno “evoluto gli straordinari e dimostrato la loro fattibilità”, le rimesse internazionali hanno bisogno di miglioramenti, hanno detto le banche centrali.

Il processo di proof-of-concept esaminerà se le nazioni possono alla fine ridurre i costi di rimessa utilizzando una valuta digitale comune denominata Aber. Lo studio esaminerà anche se il sistema blockchain può fungere da “riserva aggiuntiva” per i pagamenti nazionali.

Le fasi iniziali del progetto si concentreranno sulla verifica degli aspetti tecnici, con la valuta digitale limitata a banche “limitate” in ogni nazione. Se non si incontrano ostacoli tecnici, verranno prese in considerazione “le esigenze economiche e legali per usi futuri”, secondo le due istituzioni.

La notizia arriva dopo un anno dalla  comunicazione di dicembre 2017 secondo cui le due banche centrali stavano progettando di processare una nuova criptovaluta per i pagamenti transfrontalieri.

Mubarak Rashid al-Mansouri, il governatore della banca centrale degli Emirati Arabi Uniti, ha dichiarato all’epoca: “Questa è la prima volta che le autorità monetarie della cooperazione di due paesi utilizzano la tecnologia blockchain [sic] “.

Lascia un commento